Grazie a Dio in tutti questi anni il Paesetto ha potuto godere dell’aiuto concreto di tanti amici e volontari che hanno dato tempo ed energie per la manutenzione e il miglioramento delle zone esterne, il parco, la vigna, l’oliveto. Non è sufficiente, ma senza di loro, il Paesetto non potrebbe essere così bello. Generalmente al loro lavoro si unisce la preghiera e si fa esperienza di vera fraternità. Sarebbe difficile nominare tutte le persone o gruppi che hanno dato tempo e denaro per il Paesetto ricevendone in cambio, si spera, aiuto e sostegno per lo spirito. Accanto al lavoro dei campi andrebbe raccontato il continuo lavoro di mantenimento e ristrutturazione dei vari ambienti per poterli rendere accoglienti, ospitali, adeguati.
… ogni Sorella con il suo carisma personale, soggiornando al Paesetto per molto o per poco tempo vi ha lasciato un segno, contribuendo alla crescita di questo giardino di fiori diversi 15 e profumati di contemplazione, lavoro, sofferenza, gioia, preghiera e amore, che fioriscono nella terra delle nostre debolezze e fatiche personali e comunitarie. Al Paesetto è nata, ed è stata accolta per anni, l’esperienza dei gruppi Betania. Impossibile raccontare dei gruppi parrocchiali che hanno usufruito della struttura di Emmaus, dei campi per ragazzi. Forse si può ricordare con una certa emozione la festa Giovani Bella Notizia che ha visto accampati al Paesetto circa 300 giovani per un’intera settimana nel 1995, con 40 animatori che hanno vissuto insieme due settimane per preparare la festa e una settimana dopo per rimettere tutto a posto! Oppure, nel 2000, i vari gruppi di famiglie ospitate, per permettere loro la partecipazione al giubileo, preparata con giornate di preghiera e fraternità, nello stile di FamigliAperta: iniziativa nata al Paesetto nel 1988. Lungo infine l’elenco delle persone seguite e accompagnate personalmente dalle Sorelle di Santa Maria del Silenzio nei 22 anni di presenza. Impossibile dimenticare, poi, le persone accolte in momenti di difficoltà, profughi, ammalati, emarginati, che hanno mantenuto vivo nel nostro spirito il progetto caritativo originario del Paesetto. Per tutto e per tutti benediciamo il Signore mentre ci prepariamo oggi a voltare pagina per arricchire questa storia con un nuovo capitolo.

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.